Project Description

Periodo del viaggio: 4 giorni, agosto 2018.

DIARIO DI BORDO

COSA VEDERE

DOVE DORMIRE

La città di San Francisco è conosciuta per la sua fresca nebbia estiva, per le sue ripide colline, per la sua vivacità culturale e il suo eclettismo architettonico, che affianca stile vittoriano e architettura moderna. È la casa del il Golden Gate Bridge, della celeberrima isola di Alcatraz, e del quartiere cinese più grande di tutti gli Stati Uniti.
Noi abbiamo trascorso 4 giorni in questa magica città in cui siamo riusciti a vedere le tappe fondamentali.

Diario di bordo

Giorno 1: arrivo, Golden Gate Bridge e tour in auto

Arriviamo a san Francisco il 10 agosto con la nostra Mustang presa a noleggio al nostro arrivo a Los Angeles, il 2 Agosto.
Possiamo ancora sfruttare qualche ora l’automobile dato che la riconsegna è prevista entro le 19 di sera, vicino al nostro albergo.
Una volta posate tutte le valige all’hotel The Park Central San Francisco, riprendiamo la nostra car e partiamo alle volte del Golden Gate Bridge. La città è un susseguirsi di salite e discese che la rendono unica nel suo genere; poi ecco in lontananza stagliarsi il fantastico ponte che attraversiamo in automobile in modalità cabrio, grazie alla quale abbiamo la possibilità di fare tante foto.
Dall’altra parte del ponte c’è un punto per fare delle meravigliose foto. Parcheggiamo e iniziamo una lotta alla miglior foto e miglior angolo con altre centinaia di turisti.

san francisco globe trotter lovers

Riprendiamo la macchina per un piccolo tour della città verso il rental car dove è prevista la riconsegna.
La nostra prima mezza giornata finisce, imbottigliati in un traffico mai visto prima nelle vie dello shopping.
Riconsegnata la macchina doccia in hotel, poi ci dirigiamo in un ristorante di sushi a 500 metri dalla nostra posizione.
Menomale ci siamo portati i piumini! La sera tira un’aria freddissima paragonabile al nostro inverno.

Giorno 2: Chinatown, Lombard Street, Fishermans Wharf, Pier 39, Ghirardelli Square, Museum of Modern Art, Union Square

Oggi il programma prevede tanti chilometri… a piedi!
Partenza dal nostro hotel, prima tappa Chinatown, circa 15 minuti a piedi.
Quella di San Francisco è la più grande comunità cinese al mondo al di fuori dell’Asia.
Chinatown è davvero una piccola città dentro la città: qui potete trovare i migliori posti per mangiare cibo cinese di tutti gli Stati Uniti, case da tè, bar, bancarelle di souvenir, botteghe di ogni genere e produttori di biscotti della fortuna.

lombard street san francisco

Iniziamo a gironzolare per ogni via e per un tratto ci sentiamo catapultati un’altra volta in China. Questa è una tappa immancabile!

Proseguiamo a piedi da Chinatown e ci dirigiamo verso Lombard Street e dopo circa una mezzora di salite ripidissime arriviamo in questa floreale via: la riconosciamo già in lontananza data la mole di gente presente presa a fare foto su foto.
Lombard Street è una delle vie più famose, nonché la strada più tortuosa al mondo. Fermatevi qualche minuto ad osservare auto e moto che zig-zagano giù per la strada in mezzo al tripudio di aiuole fiorite: un’esplosione di colori e un must-see soprattutto in una bella giornata di sole.

Iniziamo a gironzolare per ogni via e per un tratto ci sentiamo catapultati un’altra volta in China. Questa è una tappa immancabile!

Proseguiamo a piedi da Chinatown e ci dirigiamo verso Lombard Street e dopo circa una mezzora di salite ripidissime arriviamo in questa floreale via: la riconosciamo già in lontananza data la mole di gente presente presa a fare foto su foto.
Lombard Street è una delle vie più famose, nonché la strada più tortuosa al mondo. Fermatevi qualche minuto ad osservare auto e moto che zig-zagano giù per la strada in mezzo al tripudio di aiuole fiorite: un’esplosione di colori e un must-see soprattutto in una bella giornata di sole.

lombard street san francisco

Tappa 3: pranzo a Fisherman’s Wharf, anche se pieno di ristoranti turistici e costosi optiamo comunque per un bel panino di granchio in questo enorme mercato.
Qui troverete inoltre tantissimi negozi di souvenir, agenzie che propongono i tour più disparati, vari noleggi auto.

Dal Fisherman’s Wharf proseguiamo poi lungo il mare fino ad arrivare al Pier 39, famoso per essere stato scelto come casa da una colonia di leoni marini nel 1989 e che ancora oggi,  in primavera e per il periodo estivo, popolano i moli intorno.

Dopo questa giornata intensa non possiamo saltare la tappa di una cioccolata di alta qualità in Ghirardelli Square. È d’obbligo!

Tappa 4: non contenti decidiamo di tornare verso il nostro hotel a piedi e di visitare il Museum of Modern Art dove c’è un’esposizione di Magritte.
Antonio non era molto felice di tutto ciò, ma non posso perdermela!
Dopo aver ammirato i quadri, che mi aspettavo fossero di più, hotel e poi cena da The Cheesecake Factory, una catena americana situata a Union Square, uno dei posti che odio di più, ma lo dovevo ad Antonio. 😀

fishermans wharf san francisco
san francisco by bike globe trotter lovers

Giorno 3: Haight– Ashbury, Golden Gate Park

Oggi affittiamo le biciclette nei pressi di Union Square, a Blazing Saddles Bike Rentals and Tours.
Con circa 35 dollari a testa prendiamo due mountain bike molto comode e partiamo per la visita della città, con tanto di mappa in mano e bastone dei selfie pronto per l’uso.

Giorno 3: Haight– Ashbury, Golden Gate Park

Oggi affittiamo le biciclette nei pressi di Union Square, a Blazing Saddles Bike Rentals and Tours.
Con circa 35 dollari a testa prendiamo due mountain bike molto comode e partiamo per la visita della città, con tanto di mappa in mano e bastone dei selfie pronto per l’uso.

san francisco by bike globe trotter lovers

Iniziamo a pedalare ed io sembro davvero carica: esorto Antonio ad arrampicarsi velocemente nelle varie salite che dopo circa mezzoretta di pedalata ci avrebbero portato dritti dritti ad Haight– Ashbury il quartiere hippie, punto di origine del The Summer of Love.

Haight– Ashbury san francisco globe trotter lovers

Peccato che è bastato davvero poco e l’acido lattico si è iniziato ad accumulare nei miei muscoli. Credevo che la tappa nel quartiere hippie mi avrebbe giovato… ed invece… Ma ora non ci pensiamo, stiamo in un posto magnifico!

Anche se molti dei vecchi negozi sono stati rimpiazzati da boutique pregiate e caffè, quando si cammina per le sue strade è ancora possibile respirare la stessa atmosfera di speranza e di idealismo che animavano i ragazzi che negli anni ’70 arrivavano qui da tutto il Nord America.
Iniziamo quindi a passeggiare senza una meta precisa, solo dopo aver legato le nostre bici e bevuto un “bel” caffè, e ci imbattiamo subito in negozi di abiti usati anni ‘70 e non solo. Né io, né Antonio, siamo grandi amanti di negozi dell’usato, ma qui potete trovare davvero di tutto. Una vera meraviglia!

Dopo un pranzetto veloce, e dopo aver visionato lustrini, pailettes, fasce colorate, pantaloni a zampa e parrucche fucsia, entriamo in un altro negozio fighissimo! Qui gli abiti sono suddivisi dagli anni ‘30 in poi, e tutte cose originali! Frange, scarpette, vestiti bon ton anni ’50- 60, bomber anni 80, ci immergiamo in varie epoche in poco più di un’ora.

Ora però si è fatto tardi, riprendiamo le nostre bici e la successiva tappa è Golden Gate Park.
Per me un’impresa impossibile. Le mie gambe affaticate non ne vogliono proprio sapere, ma continuo a pedalare perché è un susseguirsi di posti meravigliosi: questo parco, immenso e curatissimo, pieno di verde con tanto di un’intera foresta al suo interno; piste di pattinaggio con pattinatori di ogni età e nazionalità; la vista del Golden Gate Park, che per noi non è stata possibile a causa della nebbia, ma l’immaginazione ha completato l’opera!

Dopo qualche foto iniziamo a scendere verso il lungomare, con una bellissima pista ciclabile e tantissime persone a fare sport e passeggiare. Menomale la discesa mi permette di recuperare. Anche se, l’ultimo chilometro verso il negozio di riconsegna delle bici, me lo faccio a piedi, con la bici al mio fianco.

Giorno 4: shopping e ritorno

Oggi passeggio nelle vie centrali, shopping e relax!

Non riusciamo a trovare i biglietti per Alcatraz, perché non prenotati in tempo.
Per voi che siete in partenza prenotateli subito. Già qui potete trovare vari tour da prenotare per tutte le esigenze.

Buon viaggio in questa eclettica città!

Cosa vedere

Alcatraz

Alcatraz divenne carcere federale di massima sicurezza nel 1934 e fu chiuso a causa degli alti costi di gestione nel 1963. Per visitare Alcatraz e prendere parte ai tour organizzati con i rangers si deve acquistare il biglietto della compagnia ufficiale: è consigliato comprarlo con discreto anticipo dal momento che soprattutto in alta stagione è molto affollata.

Cable Car

I Cable Cars sono l’icona di San Francisco, nonché i suoi tram tradizionali. La rete tramviaria è composta da tre linee: le prime due, Powell-Hyde e Powell-Mason, partono all’incrocio tra Powell e Market Street e collegano il centro città al Fisherman’s Wharf, mentre la terza percorre la bellissima California Street, una delle arterie principali di San Francisco. La scelta migliore è fare la card per più giorni e sicuramente non stare seduti, ma appendersi fuori!

cable car san francisco

Chinatown

Quella di San Francisco è la più grande comunità cinese al mondo al di fuori dell’Asia, nonché la più antica di tutto il Nord America.
Chinatown è davvero una piccola città dentro la città: qui potete trovare i migliori posti per mangiare cibo cinese di tutti gli Stati Uniti, case da tè, bancarelle di souvenir, botteghe di ogni genere e produttori di biscotti della fortuna.

Fisherman’s Wharf, Il Pier 39

Il Fisherman’s Wharf è uno dei luoghi più famosi di tutta San Francisco. Qui troverete tantissimi negozi di souvenir, ristoranti, agenzie che propongono i tour più disparati, vari noleggi auto. Dal Fisherman’s Wharf proseguite lungo il mare fino ad arrivare al Pier 39, famoso per essere stato scelto come casa da una colonia di leoni marini nel 1989 e che ancora oggi, in primavera e per il periodo estivo, popolano i moli intorno.

Haight – Ashbury

Il quartiere Hippie di San Francisco, punto di origine dell’estate del 1967, ovvero The Summer Of Love dove si trovano negozi di abbigliamento usato, bar ristoranti e negozi di musica.

haight ashbury san francisco colors

Dove dormire

Abbiamo alloggiato al The Park Central San Francisco, nei pressi di Union Square. Consigliato!

Booking.com

Hai domande o curiosità? Vuoi raccontarci il tuo viaggio? Scrivici!

Ho letto e accetto le condizioni descritte nell'Informativa per la Privacy.